Contattaci al numero +39 388 809 3016 oppure clicca in basso sull'icona whatsapp preventivi gratuiti

CAVI COMANDO MARCE CAMBIO

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come riparare nel migliore dei modi il cavo del cambio dell'auto, che è fondamentale per far sì che le marce del veicolo possano essere cambiate in modo regolare e senza problemi. Il fatto di riparare questo componente rientra nella manutenzione del veicolo e non richiede certamente delle conoscenze specifiche, visto e considerato che la procedura non è affatto complessa. I punti di ancoraggio fanno in modo di evitare i movimenti, quindi permettono al cambio medesimo di muovere il cavo all'interno del manicotto quando si andrà ad innestare la marcia. Ciascuna marcia si dovrà assolutamente regolare in modo che il braccio del cambio si muova a seconda della propria scelta. Nel caso in cui il cavo in questione dovesse rompersi, la relativa leva diventa inutilizzabile e di conseguenza il veicolo non sarebbe più in grado di cambiare marcia come dovrebbe normalmente fare e ci sarebbero degli enormi rischi inerenti alla sicurezza del veicolo, in quanto non sarebbe proprio possibile guidarlo su strada. Si dovrà dunque provvedere alla riparazione del cavo del cambio, avendo però la possibilità di effettuare il tutto in modo autonomo e senza dover per forza ricorrere ad un meccanico specializzato, risparmiando così abbastanza denaro, cosa che in tempi di crisi non guasta mai.

Strumenti necessari per cambiare i cavi comando marce

  • Chiave regolabile
  • Cavo del cambio nuovo

Rimuovere il dado di fissaggio

Trovare un luogo adeguato in cui operare, ad esempio il garage di casa propria. Aprire quindi il cofano con la leva apposita. Per prima cosa si dovrà sollevare il bordo del guscio di gomma che ricopre la base del cambio, tenendo presente che quest'ultimo è ubicato dove si trova la leva del cambio. A questo punto sarà possibile vedere in che punto del braccio è collegato il cambio. Si dovrebbe ora individuare il dado che lo tiene fissato al suo posto con un sostegno vicino che serve a tenere bloccato il manicotto, facendo così in modo da non farlo muovere assolutamente. Iniziare ora a rimuovere il dado di fissaggio, procedendo nel far scorrere il manicotto fuori dal sostegno, tenendo presente il fatto che potrebbe essere necessario muovere il cambio per farlo allentare. All'interno del cofano, generalmente sul lato del motore, si dovrebbe riuscire ad individuare il punto in cui i cavi del cambio si attaccano al braccio del cambio medesimo. Iniziare ad allentare il dado che ha la funzione di tenere il cavo in posizione e farlo quindi uscire dal suo punto di ancoraggio (è quasi lo stesso identico procedimento fatto con la leva del cambio). Successivamente, ci si dovrà assolutamente assicurare che i danni riguardino soltanto il cavo e non i punti di ancoraggio, altrimenti si saranno sostituiti i cavi ma non si sarà risolto il problema principale. A tal proposito, si renderà assolutamente necessario rivolgersi al proprio meccanico di fiducia, mettendo però in preventivo una spesa piuttosto rilevante.

Sostituire i cavi

Dopo aver fatto un'accurata verifica per ciò che riguarda i punti di ancoraggio ed essersi assicurati che questi ultimi risultino in ottime condizioni, si dovranno ora rimuovere i cavi del cambio rotto. Iniziare dunque a sostituire i cavi con quelli nuovi seguendo semplicemente il processo contrario. In linea di massima sarà sufficiente riconnettere il nuovo cavo all'interno del veicolo e la procedura è questione solo di qualche minuto. Iniziare dunque partendo dal cambio, nel quale si farà scorrere il manicotto all'interno del suo ancoraggio. Spostare quindi la leva del cambio in posizione, in modo che lo si possa adattare al bullone sul cambio, successivamente incominciare a fissare nuovamente il dado di fissaggio. A questo punto si sarà pronti per collegare il manicotto dei cavi del cambio sull'ancoraggio vicino al motore. Avvitiamolo esattamente nella posizione che precedentemente aveva sul braccio del cambio 

Effettuare un test di verifica

Una volta che si sarà terminato tutto quanto l'assemblaggio, si dovrà assolutamente effettuare un test di verifica allo scopo di constatare che il lavoro sia stato effettuato correttamente. Richiudere il cofano dell'automobile, girare le chiavi nel quadro ed accendere il motore. Prima di fare un giro con l'auto anche di pochi chilometri, si dovrà provvedere spostare in successione la leva del cambio ed assicurandosi che il cavo colpisca a dovere le marce. Se tutti i passaggi sono stati svolti, senza ombra di dubbio il veicolo sarà di nuovo in funzione e sarà di nuovo possibile tornare a guidare sulla strada.

di 124

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

di 124

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
Richiesta preventivo gatuito da dierreauto
[profiler]
Memory usage: real: 14680064, emalloc: 11300656
Code ProfilerTimeCntEmallocRealMem